Foto 1: Zafos Xagoraris, Downhillbed, 2016, ph. M. Camplone

Foto 2: Zafos Xagoraris, Downhillbed, 2016, ph. Massimo Camplone

 

 

Questo progetto è stato realizzato esclusivamente per la città di Pescara, per questa mostra presento un lavoro chiamato “Letto in discesa”. Un letto prodotto con un particolare design, di cui il sistema gli permette di rimanere parallelo a un terreno franato grazie alle sue gambe regolabili che gli consentono di muoversi su e giù a qualsiasi condizione del suolo. Il letto è stato collocato qui in questo declivio, all’esterno dell’edificio che ospita la mostra.

Quest’idea l’ho sviluppata anche per la costruzione di un’aula fittizia, in grado di rimanere parallela ad una pendenza del terreno di un angolo specifico, 7 gradi, realizzando otto sedie sempre regolabili concepite per rimanere ferme su un terreno scosceso. In questo modo possiamo svolgere qualunque azione c’interessi come leggere un libro, dormire, far conversazione, sviluppare piccoli eventi indipendentemente dalle condizioni in cui si presenta il suolo. Con questa idea la natura non diventa un ostacolo, ma ci permette di svolgere diverse azioni rimanendo liberi da ogni impedimento.

 

riprese G. Di Bartolomeo


Close
Go top